27 June 2014

PRESS RELEASE — Tecnologie sarde commercializzate con successo in Giappone da Gexcel e dalla sua consociata SGS (Sooki Gexcel Solution)

27 Giugno, 2014, Cagliari (Italy) — Gexcel, società sarda localizzata presso il Parco Tecnologico Polaris e presente a SINNOVA 2014, in collaborazione con l’azienda giapponese Sooki, la SGS (Sooki – Gexcel – Solution), apre aziende con sede ad Osaka. 
Obiettivo della partnership è fornire al mercato giapponese soluzioni di eccellenza nel campo delle tecnologie di acquisizione e trattamento dei rilievi tridimensionali in campo industriale, dell’ingegneria civile e dei beni culturali.



Mentre Gexcel si presenta in Sardegna tramite la vetrina di SINNOVA 2014, a Tokyo (Giappone) Sooki e Gexcel sono presenti con uno stand presso la 22^ edizione della 3D & Virtual Reality Expo.

Tra le soluzioni innovative presentate sia in Giappone che, in contemporanea, a Cagliari sono la piattaforma OPMMS (Open Pit Mine Monitoring System) e il sistema di protezione Scan Armor per sensori laser scanner. 
Entrambe le soluzioni hardware e software, ad elevato contenuto tecnologico, vedono il loro sviluppo grazie ai finanziamenti ricevuti tramite l’azione POR FESR di Regione Sardegna – Sardegna Ricerche finalizzata a supportare lo sviluppo imprenditoriale e tecnologico delle aziende innovative presenti sul territorio sardo.


OPMMS: Tecniche avanzate per il monitoraggio del territorio

La soluzione OPMMS è in grado di effettuare monitoraggi in tempo reale in cave a cielo aperto e in frane/smottamenti. Un sensore è in grado di effettuare misurazioni tridimensionali del territorio (vedi figura 1), osservare le zone a rischio e avvertire gli operai di una certa zona, con segnali sonori, visuali o tramite messaggistica, se vengono registrati spostamenti al di sopra di una certa soglia. Queste soluzioni sono già installate in grandi cave a cielo aperto del Sud Africa e del Sud America, ma numerose sono le richieste e grande l’interesse del mercato internazionale.



Figura 1_Il sistema OPMMS è in grado di osservare ampie zone di territorio e di fornire in tempo reale il valore degli spostamenti e segnalare via email, SMS o con segnali sonori e visivi l’innesco di tali movimenti. Grande successo in applicazioni di sicurezza del lavoro e di monitoraggio di frane e smottamenti da parte della Protezione Civile


MONITORAGGI DI GRANDI STRUTTURE
Gexcel ha sviluppato delle tecnologie innovative in grado di monitorare in tempo reale  i movimenti e gli spostamenti di grandi strutture, ponti, viadotti, strutture verticali (come grattacieli e torri), piuttosto che monumenti ed edifici storici.

Gexcel è stata chiamata ad effettuare il terzo e ultimo livello di certificazione delle geometrie costruttive (verticalità, schiacciamenti nel tempo, ecc.) dei più alti grattacieli d’Italia, quali la Torre Isozaki e il complesso di grattacieli del palazzo Unicredit di Milano. La scalabilità delle tecnologie impiegate e sviluppate da Gexcel rende accessibile ed economicamente sostenibili le attività di controllo delle deformazioni di strutture, anche in casistiche dove è necessario mantenere il monitoraggio delle strutture, ma dove le risorse disponibili sono limitate e devono essere sfruttate. 


Il gruppo di grattacieli Unicredit monitorato da Gexcel


GEXCEL
Gexcel è una società nata nel 2007 come Spin Off Universitaria e dal 2013 localizzata presso il Parco Tecnologico Polaris di Sardegna Ricerche. Il fatturato di Gexcel è per l’80% rivolto all’estero e stretta è la collaborazione con il gruppo Vic (Visual Computing Group) del CRS4.

No comments:

Post a Comment

Note: only a member of this blog may post a comment.